Associazione tra storia familiare di tumore al seno e densità mammaria

Uno studio su 14mila donne in premenopausa ha evidenziato che la densità del seno era molto maggiore nelle donne con una familiarità per il carcinoma della mammella

Le donne con una storia familiare di cancro al seno presentano una densità mammaria in premenopausa maggiore rispetto alle compagne che non hanno una familiarità per questo tumore. Lo segnala uno studio pubblicato di recente su JAMA Network Open, coordinato da ricercatori della Washington University School of Medicine di St Louis. Alla luce di quanto emerso dalla ricerca, gli studiosi statunitensi segnalano che potrebbe essere prudente iniziare lo screening mammografico in età più giovane nelle donne con densità elevata e familiarità.

Relazioni pericolose

Nel nuovo studio retrospettivo sono state prese in esame più di 14mila donne in premenopausa, 375 delle quali avevano sviluppato il tumore al seno. Ebbene l’attenta analisi dei dati ha evidenziato un’associazione tra la storia familiare di cancro della mammella e la densità del seno alla mammografica. In particolare è emersa una componente ereditaria della densità mammaria, cosa che dovrebbe spingere ad anticipare lo screening annuale mammografico nelle donne in premenopausa con una storia familiare di carcinoma della mammella.

Fattori di rischio per il tumore della mammella

La densità mammaria e la familiarità per il carcinoma della mammella sono stati finora considerati due fattori di rischio indipendenti per lo sviluppo di questo tumore femminile. In particolare le donne con una storia familiare di cancro al seno in un parente di primo grado (madre, sorella) hanno un rischio da 2 a 4 volte maggiore di sviluppare questa neoplasia.

Sebbene poche donne lo sappiano, anche la densità del seno è un fattore di rischio importante per il tumore. Si è infatti visto che le donne con una densità mammaria superiore al 75% hanno un rischio di cancro da 4 a 6 volte maggiore rispetto a quelle con una densità inferiore al 5%.

Densità mammaria

La densità mammaria è una misura che indica la proporzione tra il tessuto ghiandolare, quello connettivo e quello grasso all’interno del seno, e può essere valutata solo attraverso la mammografia.  Il tessuto mammario denso appare infatti opaco (bianco) alla mammografia, così come possibili anomalie come le calcificazioni e i tumori. Questo è uno dei motivi per cui le donne con un seno denso possono essere richiamate per approfondimenti diagnostici più spesso delle compagne con un seno più grasso. La densità del seno viene in genere classificata in 4 range: tra 0 e 25% (seno grasso), tra 25 e 50%, tra 50 e 75% (“eterogeneamente denso”, riguarda circa il 40% delle donne) e oltre il 75% (“estremamente denso”, riguarda circa il 10% delle donne). La terza e la quarta categoria sono quelle per cui il rischio di cancro aumenta maggiormente.

© 2022 Fondazione Mutagens ETS. Tutti i diritti riservati.

Leggi altre notizie

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi