FDA e CE approvano immunoterapia per alcuni tumori dell’endometrio

Via libera dall’ente americano e dalla Commissione Europea al farmaco immunoterapico Dostarlimab per il trattamento di pazienti con cancro endometriale ricorrente o avanzato, progredito durante o in seguito a un precedente trattamento con una chemioterapia contenente platino, in presenza di deficit del sistema di riparazione dei mismatch del DNA

Finalmente le donne con un carcinoma endometriale avanzato o ricorrente, in progressione durante o dopo la chemioterapia, che finora hanno avuto opzioni di trattamento limitate e una prognosi sfavorevole, potranno avere accesso a una terapia innovativa. Si tratta del farmaco Dostarlimab, anticorpo che blocca il recettore PD-1, indicato per pazienti adulte con carcinoma dell’endometrio avanzato o ricorrente, con difetto del sistema mismatch repair/instabilità dei microsatelliti. Questo farmaco immunoterapico, infatti, ha avuto di recente un’approvazione accelerata da parte della FDA statunitense e la stessa Commissione Europea, pressoché in contemporanea, ha dato il via libera alla sua immissione in commercio condizionata.

I dati su Dostarlimab

Il via libera al nuovo farmaco si basa sui risultati ottenuti nello studio multi-coorte GARNET. Dai dati raccolti è emerso che il trattamento con Dostarlimab ha determinato un tasso di risposte obiettive del 43,5% in 71 pazienti con deficit della riparazione dei mismatch del DNA, incluso un tasso di risposta completa del 12,7% e un tasso di controllo parziale del 29,6%. La durata della risposta a sei mesi ha raggiunto più del 93,3% delle rispondenti.

“L’approvazione di Dostarlimab ha le potenzialità di cambiare in modo in cui abbiamo trattato finora i tumori endometriali avanzati o ricorrenti associati a deficit del sistema di mismatch repair dopo la chemioterapia standard con platino, visto soprattutto il tasso di risposta complessiva e la durata della risposta rilevata nello studio GARNET” dice Jubilee Brown, uno dei ricercatori che hanno partecipato allo studio nonché professore universitario e direttore della Divisione di Ginecologia oncologica al Levine Cancer Institute di Charlotte nella North Carolina.

Studi in corso

L’Azienda che ha sviluppato Dostarlimab (GSK) ha avviato altre ricerche per studiarne gli effetti per il cancro dell’endometrio in linee di trattamento precedenti e in combinazione con altri agenti terapeutici per pazienti con tumori solidi avanzati.

© 2020 MUTAGENS - Associazione Mutagens. Tutti i diritti riservati.

Leggi altre notizie

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi